Quanto tempo occorre per traslocare?

Il trasloco fai da te è stressante, vediamo perché
11 Febbraio 2020
Evitare i problemi fisici a causa del trasloco
11 Febbraio 2020

Quanto tempo occorre per traslocare?

Il trasloco di per sé, se si considera solo l'operazione di trasferimento dei beni da una casa all'altra, non richiede molto tempo. Saranno molto più lunghe, invece, la fase precedente e quella successiva al trasloco stesso.

Non si può veramente definire quanto tempo occorre per traslocare, tutto dipende dalle dimensioni del trasloco, dalla distanza e dalle capacità organizzative. Possiamo però dire che tra un trasloco fai da te e uno eseguito da una ditta di esperti, vi è una notevole differenza di tempo.

Quattro fasi principali

Le fasi principali di un trasloco sono quattro. Le tempistiche per queste quattro fasi variano in base ai fattori giù indicati sopra, quindi è difficile definire una durata di riferimento. Quello che si può fare è organizzarsi con accuratezza per velocizzare il trasloco e renderlo anche molto più facile da fare.

Proviamo comunque a dare qualche previsione:

Imballare: imballare è forse la fase più lunga. Se hai poche cose, vivi da solo e l'appartamento è piccolo, potrà volerci anche solo qualche ora. A queste poche ore però va aggiunto il tempo per riesaminare tutto quello che possiedi; la selezione delle cose da tenere e da buttare; l'eventuale scoperta di cose che non sapevi di avere; e la realizzazione di possedere molto più di quello che pensavi. Possiamo, dunque, aggiungere un altro paio d'ore. In più, se non sei particolarmente ordinato, beh, aggiungi un'altra carriola oraria. Nel caso in cui, invece, possiedi davvero molte cose, hai una famiglia e la vostra casa è grande, beh, prenditela con qualche settimana d'anticipo e dividetevi i compiti.

Trasportare: il trasporto di per sè non richiede molto tempo (senza ovviamente considerare la distanza chilometrica). Salvo che tu abbia il veicolo giusto. Se hai solo una macchina, sai già di dover fare diversi giri, questo potrebbe veramente farti ritardare, specialmente se vivi in centro città. Tra il traffico e la ricerca di un parcheggio, potranno passare diverso tempo.

Montare/smontare: montare e smontare mobili, cucina, bagno ecc., sono delle operazioni abbastanza lunghe e impegnative.

Sistemare: sistemare è la fase più veloce di tutte, salvo tu abbia inscatolato tutto accuratamente. Per rendere questo momento il più veloce possibile, devi aver dedicato tempo e cura nella fase dell'imballaggio. Se ogni cosa sarà al suo posto, (posate con posate, prodotti del bagno nella scatola del bagno, ma anche vestiti piegati), in scatole numerate con scritto il relativo contenuto, allora, nel giro di poco tempo avrai finito.

Come hai visto, i tempi sono relativi. Ora, non metterti a fare calcolini del genere: 2 ore per imballare, facciamo tre per restare larghi più 1 ora e mezza per il trasporto, ecc., perché alla fine di tutto devi calcolare anche la stanchezza. Sarai davvero stanco e molto probabilmente rimanderai al giorno seguente una parte del trasloco. Col risultato di aggiungere un'intera giornata di tempo.

In realtà, se stai già ragionando a orario, stai sbagliando tutto. Il trasloco non si prepara sul tempo ma sull'organizzazione. Se sarai ben organizzato, ti trasferirai con molta più facilità, non è detto in minor tempo ma sicuramente con minor stress. Usa il tempo di cui hai bisogno, prenditi delle pause e distribuisci il lavoro in più giorni o settimane. Questo è l'unico modo per uscirne vivo.

Modo più veloce per traslocare

Il modo più veloce, e ovvio, per traslocare è quello di affidarsi a una ditta di traslochi. I professionisti sanno definire una tempistica solo dando uno sguardo a casa tua. Si occuperanno della parte più stancante di un trasloco, mentre tu farai altro. In questo modo, nell'arco di qualche giorno potresti aver terminato il trasloco e la domanda Quanto tempo occorre per traslocare? sarà solo un brutto ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.